Attacchi di Panico: Sintomi Comuni

Vuoi iniziare un Training Contro Stress e Emozioni Negarive? Entra nel link sotto e iscriviti GRATUITAMENTE a "6 Giorni Insieme" un Percorso gratuito di 6 giorni, una potente induzione e un report in cui ti spiego tutto, per aiutarti a superare i momenti difficili e le emozioni negative della tua vita. Clicca Qui ACCEDI GRATIS

ATTACCHI DI PANICO: SINTOMI COMUNI

Parlando con amici e conoscenti mi rendo conto che gli Attacchi di Panico sono un disagio veramente diffuso tra persone di ogni età e fascia sociale. Questa “Patologia” ( gli attacchi di panico sono ritenuti anche invalidanti)  è caratterizzata da un profondo, improvviso stato di malessere dal quale è impossibile difendersi senza le armi giuste.

La crisi di Panico conosciuta anche come Attacco di Panico è il culmine della sintomatologia fisica e emotiva degli stati Ansiosi. Alcune correnti di pensiero li vedono come fenomeno a sé, ma io non sono del tutto d’accordo.

Mi presento: chi vi parla è Andrea, non sono un medico  ma nei miei lunghi trascorsi di ansia e Attacchi di Panico ne ho passate tante e in certi momenti mi sono sentito veramente solo, incompreso, soprattutto dal mondo medico in cui , mi dispiace dirlo, spesso ( non sempre) si avverte ignoranza e faciloneria oltre ogni immaginazione. I medici di famiglia sono degli impiegati ed eccezion fatta per le cose semplici come  influenza e malattie minori, non si sforzano di vedere oltre il loro naso. Ma io mi chiedo …se una persona studia anni e anni per diventare medico perchè non si appassiona alla ricerca delle cause di un problema? Perchè non formula ipotesi, o non prova a vedere oltre quello che è già conosciuto? Non chiedo che tutti siano Dr.House… ma nemmeno ragionier Filini !

Perdonate lo sfogo… volevo parlavi di una teoria interessante, basata su alcune cause che portano a sintomi simili a quelli degli Attacchi di Panico. Ricordiamo brevemente quali sono: difficoltà improvvisa a respirare, battiti cardiaci accelerati o alterati ,disturbi gastrointestinali ,  debolezza generalizzata, estraniamento dalla realtà , fobie, stati di Angoscia improvvisa e ingiustificata.

Come dico spesso questi sono alcuni dei sintomi , ma in realtà ogni persona  li avverte in maniera diversa, possono variare molto da individuo ad individuo perciò la cosa è alquanto soggettiva.

Tornando all’ipotesi inizialmente accennata, secondo le mie teorie questi disturbi sono provocati dalla compressione del nervo vago.

CHE COS’È E A COSA SERVE IL NERVO VAGO

Il nervo Vago è chiamato anche nervo Pneumogastrico o nervo a X ed è un nervo molto importante. Esso parte dal midollo allungato , passa dal foro giugulare e ha come funzione quella di controllare i meccanismi della deglutizione, in particolare della laringe, la bradicardia (rallentamento dei battiti cardiaci) e le funzioni della digestione, le meningi e la sudorazione. Anche la respirazione rientra tra le sue funzioni poiché è collegata alla laringe (la laringe è quella parte che separa il transito del cibo deglutito da quello dell’aria inspirata, evitando così che le due azioni entrino in conflitto).

Attacchi di Panico Sintomi

UNA COMPRESSIONE DEL NERVO VAGO QUALI SINTOMI PUÒ CAUSARE

Difficoltà di deglutizione, aumento  e rallentamento dei battiti cardiaci ovvero i  “tuffi “al cuoredifficoltà digestive e reflusso gastrico , difficoltà respiratoria, sudorazione improvvisa, dolori vari … tutti sintomi già elencati in precedenza, ricordate?

Sommate a tutti questi sintomi anche la paura e l’agitazione che si prova nello sperimentarli…e otteniamo un paziente ideale che presentandosi dal medico verrà curato con ansiolitici e chissà quali altri farmaci simili…

La cosa interessante è che la compressione di questo nervo può essere causata da una comune cervicale, e non si riesce a diagnosticare con una semplice lastra poichè serve una tac della posizione esatta.

Riuscite a immaginare quante persone potrebbero trovarsi attualmente sotto psicofarmaci e psicoterapia, magari anche da diversi anni, senza in realtà andare incontro a nessuna soluzione? Io sono stato uno di quelli.

COME SI RISOLVONO QUESTI PROBLEMI

Io li ho risolti con la ginnastica posturale e con una tecnica adeguata per quanto riguarda la respirazione. Per alleviare le pressioni a livello cervicale infatti, serve una tecnica distensiva di tutto il tratto, oltre ad un potenziamento ed un rilassamento della muscolatura circostante.

Se vuoi saperne di più  continua a leggere

Ultimo aggiornamento:Settembre 22, 2014

Vuoi iniziare un Training Contro Stress e Emozioni Negarive?

Entra nel link sotto e iscriviti GRATUITAMENTE a "6 Giorni Insieme" un TRAINING di 6 giorni, una potente meditazione e un report in cui ti spiego tutto, per aiutarti a superare i momenti difficili e le emozioni negative della tua vita. Clicca Qui ACCEDI GRATIS

2 Comments

  1. Sara 29/06/2017
  2. Andrea M. Andrea 16/09/2017

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.